<

Il professor Armad’illo


Insomma, c’è una prima volta per tutto: una decina di giorni fa Mister Pietro Corraini ci ha chiesto se eravamo disponibili a tenere una lezione presso la  cfp Bauer sul tema: come si diventa illustratori.

Ci siam guardati in faccia, ne abbiam parlato e dopo una lievissima crisi di panico, abbiamo accettato e fu cosi che l’armadillo salì in cattedra.
Un buon professore, naturalmente, prepara la lezione e così, tra mille altri impegni, nei giorni successivi ci siam dedicati a: raccolta  e selezione del materiale da mostrare, analisi argomenti, test di eloquio in pubblico, revisioni, revisioni, revisioni…

image

Alla fine  ecco pronta una (bella) presentazione che riunisce immagini della nostra storia, foto di eventi a cui abbiamo partecipato o che abbiamo organizzato e una selezione dei lavori fatti in quest’annetto e mezzo passato dalla nascita dello studio. A trip down Memory Lane, come direbbero gli inglesi!

image

Mercoledì sera una folta delegazione di armad’illi si presenta di fronte ad una dozzina di allievi della Bauer e alla gentilissima Annalisa Treccani che ci accompagna in classe e ci introduce agli studenti, probabilmente ignari di ciò che li aspetta nelle tre ore a venire.

Il computer acceso, la ventola del videoproiettore ronzante, Nina, sempre pronta, parte con la presentazione e poi via via: chi siamo, da dove veniamo, dove siamo adesso, dove stiamo andando, come ci stiamo andando, come lavoriamo quando lavoriamo e anche quando non lavoriamo.

image

Quindi i portfolio e i progetti: a chi li si fanno vedere, dove si fanno vedere, quante immagini, quali immagini. Come costruirsi una rete di contatti e mantenerli aggiornati, insomma tutte quelle cose che da soli diventano un lavoraccio, ma che, per noi, condivise, diventano più leggere e a volte divertenti: anche per questo siamo insieme!

E poi domande sul futuro di un aspirante illustratore, sulle possibilità di guadagno, come trovare chi ci potrebbe far lavorare, sulle possibilità di lavoro.

Gli studenti sono curiosi, sono interessati, chissà… Noi speriamo di non averli annoiati e di aver loro fornito qualche informazione, qualche spunto in più, augurando loro tutti gli in bocca al lupo di questo mondo. La campanella suona, la lezione è finita, ci salutiamo, stanchi, affamati e contenti ci avviamo verso l’uscita.

Anche quest’esperienza è fatta, è stata bella, istruttiva e si ripeterà, per cui attenzione alle prossime avventure dell’Armad’illo professore!


I commenti alimentati da Disqus